sabato 15 settembre 2012

Un volo al crepuscolo

Quest'estate, ogni sera alla stessa ora, un pipistrello volava rapido davanti alla terrazza, una piccola leggera silhouette che si stagliava appena sul buio della notte, e dopo agili evoluzioni scompariva nelle tenebre.
Strani, misteriosi animali, vere creature della notte, ammantati di superstizione ma anche di fascino, e ultimamente rivalutati e fatti conoscere oltre le idee stereotipate dell'immaginario collettivo.

 Anni fa, un mattino, sotto al divano trovammo un minuscolo pipistrello. Era entrato la sera prima, evidentemente, senza che ce ne accorgessimo, e ora se ne stava avvolto nelle sue ali nere sotto al divano.
Decidemmo di tenerlo in casa fino a sera. Andai a prendere in cantina una gabbia per roditori che al momento era vuota, e sistemammo lì il piccoletto. Era così minuto che stava comodamente nel palmo di una mano.
Il suo minuscolo perfetto faccino aveva un che di vampiresco che deliziava il mio gusto gotico. Era come un gargoyle in miniatura.
Lo tenemmo d'occhio per tutto il giorno, un po' preoccupati di vederlo sempre nel suo angolino, stretto nelle sue ali. In realtà da buon animale notturno stava solo dormendo, immagino anche contrariato di trovarsi in un posto sconosciuto con degli umani che gli stavano con il fiato sul collo.
Dopo cena, mentre scendeva la sera, io e mia mamma lo portammo sul balcone della mia camera. Lei lo prese in mano e lo appoggiò con delicatezza sul parapetto. Il pipistrellino restò un attimo immobile, poi mosse il suo capino da una parte e dall'altra, come per saggiare le tenebre che scendevano. Aprì le ali, le sue grandi splendide ali nere di piccolo vampiro, che lo fecero diventare almeno il doppio.
E spiccò il volo. Lo guardai volare sul giardino, sfiorare i rami del castagno e sparire nel crepuscolo che cedeva il passo al buio.
Io e mia mamma ci guardammo con un sorriso, felici di avere riconsegnato il piccolo alla notte e alla libertà.








11 commenti:

  1. Che bella storia e che lieto fine... quest'esperienza che ci hai raccontato, nella sua semplicità e straordinarietà, è davvero toccante. Grazie! Buona domenica :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, sono felice che ti abbia trasmesso qualcosa di bello :-)
      E' stato un piccolo momento speciale.

      Elimina
  2. Bello, io adoro i pipistrelli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io!
      Ho anche una piccola collezione di pupazzetti pipistrello :-)

      Elimina
  3. Restituire la libertà ad un animale, aiutarlo quando si trova in difficoltà è il gesto più bello che possa esistere, proprio perché totalmente disinteressato.
    A me è capitato qualche anno fa di trovare un cucciolo di pipistrello caduto a terra, in genere la Lipu consiglia di non toccarlo dal luogo in cui si trova (a meno che non sia in evidente pericolo di venir preso da predatori o di altro genere o che non sia ferito), ma solo di metterlo su un qualcosa sollevato da terra perché così la madre può venire a nutrirlo o aiutarlo a spiccare il volo.
    E' capitato pure che mi entrassero in casa pipistrelli adulti, in quel caso provvedevo a rimetterli fuori come avete fatto tu e tua madre.
    Bella storia, grazie per averla condivisa. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevi nel tuo post, aiutare in modo disinteressato. E' per quello che i veg sono superiori, perchè spesso e volentieri aiutano gli animali sapendo di non ricevere nulla in cambio (se non gratitudine e amore smisurato)... conoscere il vero valore di una persona che sa aiutare senza voler nulla in cambio.

      Elimina
    2. In Ticino (ma presumo anche qui in Italia) organizzano delle serate in cui si può andare a vedere i pipistrelli nel loro ambiente, dev'essere interessante, una volta o l'altra mi iscrivo :-) C'è proprio un'associazione che si occupa della tutela di questi animali e promuove questi incontri.

      Ogni tanto io e mia mamma ci diciamo, "ti ricordi quella sera con quel piccolo pipistrello?" e ci affiora sulle labbra lo stesso sorriso di quando lo abbiamo guardato volare via. Sono gesti apparentemente piccoli, ma in effetti tra i più belli.

      Elimina
  4. I pipistrelli sono animali bellissimi, e che hanno un ruolo fondamentale nella biodiversità!
    Bel post e bella l'esperienza personale da te raccontata, complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Enrico :-)
      E' vero, i pipistrelli sono molto importanti, e poi come dici anche tu sono bellissimi strani animali.

      Elimina
  5. OHHH Sono COSI' ADORABILI!!! Sono stupendi i pipistrelli... una volta ne avevo salvato uno che si era incastrato nell'erba... sono sofficissimi e sopratutto la sensazione di toccare la loro pelle dove è nuda è meravigliosa... le loro ali sono meravigliose e il loro nasino schiacciato è bellissimo in ogni specie... dimmi che lo avete chiamato "Bruce" hahahahah anche se lo avete tenuto con voi solo un giorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'avevo battezzato in quattro e quattr'otto Vlad, come Vlad Tepes, il vero conte Dracula :-)
      E' vero, sono animaletti splendidi.

      Elimina